Storia della Scagliola

Scagliola è il nome attribuito ad un particolare tipo di stucco composto da una combinazione di Selenite, (cristallo trasparente del gesso ridotto in polvere), colle animali e pigmenti naturali con il quale si realizzavano, secondo l’antica tecnica dell’intarsio di marmi e pietre dure, vari manufatti d’arte come paliotti d’altare, piani di tavolo e quadri ad ornamento di chiese e palazzi nobiliari.
Questa particolare tecnica artistica ebbe luce a Carpi nei primi anni del XVII secolo ad imitazione e sostituzione del ben più costoso Commesso in marmi e pietre dure nato a Firenze sotto l’auspicio della Famiglia de’ Medici.

The art of Scagliola

The story of the art of Scagliola goes back to the Roman times. Although yet imperfect, by the XVIIth century it manages to reach most highest quality levels: this kind of works, known for their imitating marble and hard stones, are exquisitely refined and hence desired by the most sophisticated European courts. By the XIXth century, the genuine technique, already about three hundred years old, gets gradually abandoned. There are no more great Masters and the moon stone is little by little forgotten, in order to be replaced by inlayed marble technique.

Tecnica

Questa antica tecnica artistica del 1600, molto simile all’intarsio su marmo è costituita da varie fasi di lavorazione.
Dopo aver preparato un piano in stucco scagliola vi si riporta il disegno prescelto che viene poi inciso e scavato con bulini e scalpelli. Questi intarsi saranno poi riempiti con impasti di stucco variamente colorati che una volta essiccati verranno levigati con pietre ed acqua. A lavoro ultimato le superfici vengono lucidate con olio di lino e cera.

Technique

The desired pattern gets carved into a previously prepared Scagliola plank. Thus resulted inlayments are consequently filled up with colored plaster and subsequently polished. In order to get the job finished, one has to polish the surfaces using linen oil for brightness and wax for protection.

Fabiola Lunghetti

Restauratrice diplomata alla Scuola di Alta Formazione dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze con tesi sulla Scagliola si dedica dagli anni ’80 alla creazione di opere in scagliola.
Tutte le opere realizzate nel suo atelier, come piani di tavolo, specchiere, cornici, obelischi, scatole ed altro ancora, sono pezzi unici, firmati, numerati e creati a mano usando materiali naturali e seguendo rigorosamente l’originale ed antica tecnica della scagliola seicentesca.

Fabiola Lunghetti

Fabiola Lunghetti is a qualified restauration specialist. Having graduated at the Opificio delle Pietre Dure, Florence, with a final paper on the Scagliola technique, she joined to her restoration activity her own production of works in Scagliola. Having worked for museums allover Italy, she has now dedicated herself to the scagliola, plasters and marble tarsie. Planks, mirror frames, paintings and pieces of furniture in limited editions are unique works that preserve the taste and refinement of the XVIth century genuine technique.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter